Aperto il 6 gennaio


Il Museo Paleontologico resterà aperto sabato 6 gennaio con il seguente orario:10-13/15-18.

Oltre alla visita alle preziose collezioni di fossili nella grande sala ipogea, il Parco Paleontologico Astigiano propone due mostre da scoprire: “Asti ritrovata. La decorazione barocca nelle chiese conventuali astigiane” (ex chiesa del Gesù) e l’esposizione fotografica “Fossili urbani. Riflessioni semiserie sui processi di fossilizzazione” (sala mostre). Quest’ultima ospita anche i lavori degli “Urban Fossil Hunters” nominati di recente durante una cerimonia in cui ha destato molto interesse la conferenza del paleontologo Massimo Delfino, professore all’Università di Torino.
Questi i nomi dei cacciatori di fossili con il titolo delle opere e il luogo in cui sono stati realizzati gli scatti fotografici:
Marco Bevilacqua: “Passi autunnali – Fossile Urbano”,  Orzinuovi (Brescia).
Roberto Gerbi:  “Novembre a Milano, un giorno di pioggia”, via Tivoli, Milano.
Clara Iviglia: “Tappo in via Fontana”, via Fontana, Asti.
Ernesto Mai: “Nuove e Vecchie Generazioni”, Porto di Morat (Svizzera).
Piergiorgio Pascolati:  “Alla ricerca di Fossili dal Marmista”, Canale (Cuneo).
Paolo Scotti: “Bullone 1”, Viatosto, Asti
Alle 11 visita guidata dell’architetto Piergiorgio Pascolati all’ex chiesa del Gesù.
Prenotazione obbligatoria: 0141.592091; info@astipaleontologico.it
Leggi il comunicato stampa

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedintumblrmail