Art Bonus

artboxx

Che cos’è l’Art Bonus

È un credito di imposta per favorire le erogazioni liberali in denaro a sostegno della Cultura. La Legge 29 luglio 2014, n. 106, ha introdotto un credito di imposta per favorire le erogazioni liberali a sostegno della cultura (“Art – Bonus”).

In seguito all’approvazione della Legge di stabilità 2016 il regime fiscale agevolato è stato esteso a tempo indeterminato nella misura del 65%.

In particolare il credito d’imposta del 65% è riconosciuto per le donazioni a favore di:

a) Interventi di manutenzione, protezione e restauro di beni culturali pubblici;

b) Musei, siti archeologici, biblioteche e archivi pubblici;

Risultano beneficiari del credito d’imposta:

le persone fisiche e gli enti non commerciali nei limiti del 15 per cento del reddito imponibile (fruiscono del beneficio tramite dichiarazione dei redditi relativa all’anno in cui è stata effettuata l’erogazione liberale);

i soggetti titolari di reddito d’impresa nei limiti del 5 per mille dei ricavi annui (fruiscono del beneficio in compensazione, a scomputo dei versamenti dovuti, da effettuarsi con il modello di pagamento F/24 – codice tributo 6842).

Per fruire del credito d’imposta è sufficiente che il mecenate conservi copia del documento che certifica l’erogazione in denaro con la causale di versamento che identifica oggetto ed Ente beneficiario.

Le modalità per presentare la riduzione fiscale sono esplicitate nella Circolare della Agenzia delle Entrate (pdf).

Per ulteriori approfondimenti consulta anche www.artbonus.gov.it

A quali progetti è destinato?

Il parco Paleontologico ha individuato nel 2016 un primo elenco di interventi a cui destinare i proventi dell’ Art-Bonus: progetti di manutenzione, protezione e restauro di edifici e beni culturali e progetti di sostegno per le attività del Museo dei Fossili. Successivamente al raggiungimento delle quote di spesa indicate per ciascun progetto e alla realizzazione del progetto stesso, il parco provvederà ad aggiornare gli elenchi.

Qualora le erogazioni ricevute per ciascun bene non risultino sufficienti ad avviare l’azione prevista, il Parco si riserva di far convergere i fondi percepiti verso altri progetti presenti nell’elenco.

Come potete verificare tutti gli interventi proposti sono focalizzati sul Museo dei Fossili presso il Palazzo del Michelerio, qui di seguito una scheda a cura di Pippo Sacco

Progetti di manutenzione, protezione e restauro di edifici e beni culturali

 

Progetti di sostegno per gli Istituti e i Luoghi della Cultura