Pinocchio trova casa al Museo dei fossili


Una grande tela donata ieri da Filippo Pinsoglio: accoglie i visitatori alla biglietteria

Pinocchio è tornato al Museo dei fossili e ci resterà per sempre.
L’artista Filippo Pinsoglio ha infatti donato una grande tela del celebre burattino che da ieri campeggia nella biglietteria del Paleontologico. Ritrae Pinocchio con la balena, Geppetto su una barca e i burattini con Mangiafuoco: una vivace immagine che accoglie i visitatori prima dell’immersione nell’affascinante mondo dei fossili.
La decisione di regalare l’opera arriva due mesi dopo la conclusione della mostra  “Pinocchio nella balena” ospitata con successo nell’ex chiesa del Gesù e nelle Aule didattiche del museo: un atto di gratitudine di Pinsoglio per aver potuto esporre in spazi ormai molto richiesti.
Quella di ieri è stata una doppia giornata di festa: i bambini hanno trascorso il Carnevale costruendo e indossando maschere di animali preistorici, mentre il pittore astigiano ha donato la tela (che non ha titolo) nelle mani del direttore del Parco Paleontologico Astigiano Graziano Delmastro e del presidente Gianfranco Miroglio.
“I nostri spazi espositivi, a partire dall’ex chiesa del Gesù – ricorda quest’ultimo – sono ormai diventati un polo culturale dove spesso gli artisti amano esporre: Pinsoglio desiderava da tempo farlo. Siamo doppiamente contenti per aver esaudito il suo sogno e, da ieri, aver dato una casa a Pinocchio”. La tela donata dall’artista non era stata esposta, per mancanza di spazio, nella mostra: ha debuttato ieri in pubblico tra la curiosità dei bambini.

Nella foto: la tela donata con il direttore del Parco Delmastro, Pinsoglio e il presidente Miroglio

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedintumblrmail