Quattro accompagnatori naturalistici al Parco Paleontologico Astigiano


Conducono i visitatori alla scoperta del Museo dei fossili e delle aree protette

Quattro guide escursionistiche ambientali scendono in campo per il Parco Paleontologico Astigiano, a disposizione di chi vuole fare della visita al Museo dei fossili o alle aree protette un momento di conoscenza approfondita.
In servizio da qualche tempo, gli operatori, tutti astigiani, hanno tra i 24 e i 36 anni e sono laureati in Scienze Naturali: Alessandra Fassio, Carlotta Fassone, Federico Imbriano, Gianluca Poncini.
Tra i servizi svolti, la guida al Museo dei fossili, il cui nuovo allestimento nella grande sala ipogea rende ancora più attrattivi i reperti, e l’accompagnamento nelle aree protette di Rocchetta Tanaro, Val Sarmassa, Valle Andona, Valle Botto e Valle Grande (in quest’ultima un mese fa è stato inaugurato l’affioramento fossilifero attrezzato).
In futuro saranno organizzate anche le visite ai territori del neonato Distretto Paleontologico, mentre alla ripresa dell’anno scolastico le guide assicureranno lo svolgimento delle attività didattiche, comprensive delle uscite nei geositi di Cortiglione e Vigliano.
“Con gli accompagnatori naturalistici – sottolinea Gianfranco Miroglio, presidente del Parco Paleontologico – potenziamo la capacità di accoglienza e di supporto alle visite, che continuano a registrare un trend assolutamente positivo. Abbiamo a disposizione giovani competenti, professionali e appassionati del lavoro che svolgono: una nuova forza per l’Ente che, oltre al proprio personale, può contare anche sulla preziosa presenza dei ragazzi del servizio civile e dell’alternanza scuola lavoro”.

Nella foto: le Guide escursionistiche ambientali

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedintumblrmail