Stregati da Halloween: la festa al Museo dei fossili e a Palazzo Mazzetti conquista i bambini


E domenica 5 novembre singolare viaggio per famiglie dentro al fascino della paleontologia

Tanti brividi e divertimento alla festa di Halloween organizzata ieri da Museo Paleontologico, Palazzo Mazzetti e Unicef: alta la partecipazione dei bambini (moltissimi travestiti) conquistati da giochi spettrali, storie inimmaginabili, spettacoli animati, merende con delitto, poi trasformate, in serata, in cene per investigatori adulti improvvisati ma sopraffini. Ovazioni per il mangiafuoco Andrea e i suoi trucchi strabilianti.
Un grande ritrovo gioioso, con eventi al Museo Paleontologico e a Palazzo Mazzetti, che ha anche raggiunto due importanti obiettivi: far scoprire ai ragazzini i preziosi reperti fossili (conchiglie, balene, delfini) di quando nell’Astigiano c’era il mare (meravigliati, nella sala ipogea del Michelerio, anche molti adulti) e raccogliere fondi, attraverso l’Unicef, per i bambini vittime di guerra e catastrofi naturali.
Archiviata la festa di scherzi e travestimenti macabri, domenica 5 novembre il Parco Paleontologico Astigiano riserverà un altro appuntamento per bambini e genitori. Tornerà, infatti, “Tracce vicine di mari lontani”, escursione guidata per famiglie al Museo dei fossili e all’affioramento di conchiglie nella riserva naturale di Valle Botto. I ragazzini saranno coinvolti anche in laboratori ludico-didattici e in simulazioni di attività di scavo.
I precedenti appuntamenti dell’iniziativa sono stati molto partecipati e coinvolgenti: un viaggio singolare dentro alla storia e alla natura.
La giornata inizierà alle 10 al museo (corso Alfieri 381). Dopo il pranzo al sacco, a cura dei partecipanti, trasferimento alle 14 in Valle Botto. Alle 16.30 visita all’azienda agricola “Teresina” di frazione Valleandona.
Quota di partecipazione: bambini fino a 14 anni 4 euro; adulti 8 euro.
Info e prenotazioni: tel. 340.3506539; enteparchi@parchiastigiani.it

Nelle foto: immagini di Halloween: il mangiafuoco Andrea e lo stupore dei bambini durante la sua esibizione

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedintumblrmail