Suoni di mare e di terra nel concerto di sabato 22 luglio a Valleandona


La banda di Portacomaro nel territorio della riserva naturale gestita dal Parco Paleontologico

I fossili – testimonianza del Mare Padano – a poca distanza nel riparo del bosco, la musica tra le case di una piccola frazione, parte integrante della riserva naturale: questo il contesto del concerto fissato per sabato 22 luglio sulla piazzetta della chiesa parrocchiale di Valleandona.

L’appuntamento (dodicesima edizione) è proposto sotto al titolo “Suoni del mare… suoni della terra”. Alle 21 suonerà la Banda Musicale Comunale di Portacomaro, primo concerto nel 1895, negli ultimi 14 anni diretta dal Maestro Marco Scassa.

La serata, a ingresso libero, è proposta dal Parco Paleontologico Astigiano, che gestisce la riserva naturale della Valle Andona, Valle Botto e Valle Grande (recente l’inaugurazione dell’affioramento fossilifero attrezzato Graziano), insieme alla parrocchia.

Nella foto: la banda di Portacomaro

Asti, 19 luglio 2017

(24 – l. n.)

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedintumblrmail